cerca solo di non cadere, che sta volta non avrai la forza di rialzarti.
"Ma passa tutto alla fine, sapete?
Quel ragazzo che a quindici/sedici anni, pensavate fosse il grande amore della vostra vita e che vi sareste sposati un giorno, passerà.
Vi innamorerete di qualcun altro, e magari sarete più felici.
Magari chiarirete con vostra madre, per tutte le incomprensioni e litigate, per quella camera mai in ordine..
E magari oltre al mare all’alba, tra qualche anno vi piacerà pure la montagna al tramonto.
Basta piangersi addosso:”Non mi ama” “Mia madre non mi capisce” “Il gatto non mangia” e bla bla bla.
Tra qualche anno passerà tutto, e va bene, forse state soffrendo ora, ma chi ve lo dice di fissarvi con un ragazzo che ama già qualcun altro, eh? Chi vi dice di fumare così tanto da farvi venire le crisi?
Amate qualcuno che vi ama. Provate cose nuove(magari qualcosa che non sia droga).
Fissatevi su altre cose, e così capirete che molte volte tutta quell’infelicità che avete, ve la create da soli.
Cambiate musica triste. Ascoltate altri generi.
Ponetevi delle mete e raggiungetele, non state sempre lì a rimuginare su quanti chili vorreste perdere. Arzeteve dal divano!
Che poi na orda o n’andra ve capiterà davanti l’occhi davvero l’amore della vostra vita, e non fatevelo scappà via stando sempre a fissà quel telefono!”
"Hai presente quando hai la sensazione che si stiano stancando di te?..”

(via porcaputtanasorridi)

(via sonoperennementeincasinata)

Sempre.

(via walkingdisaster-wd)

Ah

(via expansivesunflower)

Aah

(via allungolemiemanimaseidistante)

E poi finiscono con lo stancarsi sul serio.

(via seisoloveleno)

..

(via heismyikigai)

essenzadirosarossa:

:) perfetto.

behindthesmilenothing:

794km-dalui:

“Perché a me basta che tu mi abbracci e mi dica che andrà tutto bene e io starò già meglio, perché se me lo dici tu, io ci credo davvero.”
— Cit.

keepon-surviving

vento-gelido:

tumimanchisempre:

"Più ti respingo, più voglio che tu insista."

distruggimi:

mailcuorebatteancora:

Amami da lontano come si fa con le stelle

Così

quattordiciottobre:

"Nel tardo inverno dei miei sedici anni mia madre ha deciso che ero depressa, presumibilmente perché non uscivo molto di casa, passavo un sacco di tempo a letto, rileggevo infinite volte lo stesso libro, mangiavo molto poco e dedicavo parecchio del mio abbondante tempo libero a pensare alla morte."

Colpa delle stelle - John Green

"se non mi avessi guardata sarebbe stato meglio. non si guarda qualcuno cosí, se poi lo si lascia andare.”
— paola felice. (via bastafingeresonoesausta)
©